Coronavirus, Borrelli. 28.710 positivi (+2.648), i decessi sono 2.978 (+475), guariti 4.025

“E’ necessario contenere al massimo gli spostamenti”. E’ l’appello del capo della Protezione civile, Angelo Borrelli. “Vanno adottati comportamenti corretti”. Intanto i numeri della Lombardia continuano a crescere, anche se meno rispetto a ieri. Preoccupano la situazione di Brescia e le tante persone ancora in circolazione a Milano –

Sono 28.710 i pazienti positivi da coronavirus in Italia, 2.648 di più rispetto a ieri ma mancano i dati della Campania. Tra i contagiati, 12.090 sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 2.257 in terapia intensiva”. Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa quotidiana alla Protezione civile. I nuovi decessi sono 475 per un totale di 2.978. I guariti e dimessi sono 4.025 totali (+1.084 rispetto a ieri): “E’ un aumento importante del 30%” ha aggiunto Borrelli. A rischio Brescia e Bergamo “Se a Brescia e Bergamo le misure saranno adottate sistematicamente, allora si può attenuare la curva ed evitare che si riproduca in altre province”. Lo dice il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa di aggiornamento sul coronavirus. 0,8% dei morti non aveva patologie pregresse La comorbilità, la coesistenza di più patologie diverse in uno stesso individuo, è uno “degli elementi importanti” che si riscontra nelle persone che sono decedute, ribadisce il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, in conferenza stampa. Tra le persone decedute “il 48,5 per cento ha tre o più patologie, il 25,6% ne ha due, il 25,1% ha una patologia, mentre solo lo 0,8% ha zero patologie”. Il ministro Speranza: “Troppe persone non rispettano le regole” “Non rispettare le regole mette a rischio la vita degli altri”: lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza intervistato da Bruno Vespa nella registrazione di Porta a Porta. “Ancora troppe persone non le rispettano. Non bastano i decreti se ciascuno poi non fa fino in fondo la propria parte” ha aggiunto il ministro. Aperta donazione per acquisto apparecchiature “Il dipartimento della Protezione civile ha aperto un conto corrente per raccogliere le donazioni da parte dei nostri connazionali, le risorse saranno utilizzate per l’acquisto delle apparecchiature e dei dispositivi sanitari”. Lo dice il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa di aggiornamento sul coronavirus.

Fonte: Rainews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *