Coronavirus. Cdm approva decreto “Cura Italia”. Conte: “Manovra poderosa, si attivano 350 miliardi”

“Diamo una prima risposta alla crisi economica e non solo. Abbiamo deciso di utilizzare tutto l’indebitamento netto” autorizzato dal parlamento di 25 miliardi” spiega il ministro dell’economia Roberto Gualtieri. Catalfo: 3 miliardi per autonomi, bonus baby sitter e congedi parentali speciali. E rassicura: “Reddito di cittadinanza, Naspi e altre forme di sostegno al reddito “rimangono in vigore, e a maggior ragione in questo periodo”

“Una manovra poderosa, si attivano 350 miliardi”. Così il premier Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa seguita al Consiglio dei ministri che ha approvato il maxi-decreto con cui il governo punta a fronteggiare l’emergenza Covid-19, il virus che oltre a minare la tenuta del Sistema sanitario nazionale sta infettando la nostra economia. Il premier ha poi aggiunto: “Questo decreto non esaurisce gli interventi economici. Siamo consapevoli che questo non basterà”. Per questo motivo – assicura Conte – il governo già da domani sarà al lavoro per predisporre “misure per il tessuto economico e sociale fortemente intaccato dall’emergenza con un piano di ingenti investimenti con una rapidità che il nostro Paese non ha mai conosciuto prima”. E conclude: “Stiamo offrendo una nostra risposta sul terreno economico. Un modello italiano non solo sulle strategia di contrasto al contagio ma anche di modello italiano per la strategia di politica economica per far fronte a una grande emergenza economica. Non pensiamo di poter combattere l’alluvione con gli stracci e i secchi. Stiamo cercando di costruire una vera e propria diga per proteggere imprese, famiglie e lavoratori”. In relazione all’Ue, il Presidente del Consiglio, spera che “ci segua, l’Italia è in prima fila”.

Fonte: Rainews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *